Come il perdono e la meditazione mi hanno cambiato la vita

da | 4 Dic 2020 | Abitudini, Sviluppo personale

 

Questo è un articolo insolito, uno di quelli che parlano di me come mai ho fatto qui sul mio blog.

Questa è la storia di un destino, che può essere il tuo, di quando riesci a toglierti di dosso un vestito che scopri non ti è mai andato bene ma avevi sempre e solo quello e non sapevi com’era averne un altro.

Questa è la storia di un rivincita con te stessa e con la vita.

Questa è la storia di una persona che è cresciuta con chi le diceva che doveva cercare di fare del suo meglio ma poi sotto sotto non ci si aspettava molto da lei.

Questa è la storia di una persona che non è stata capace di gestire il lutto più importante della sua vita e non ha saputo gestire le sue emozioni.

Questa è la storia di una persona che a un certo punto ha capito che non poteva restarsene ferma e lasciar accadere le cose, perché quel dolore non se ne andava da solo.

E così questa storia, fatta di piccoli momenti quotidiani, parla di silenzi ricchi di significato, di spazi bui colorati di luce, parla di speranza ripagata, parla di amore donato, parla di conquiste e di liberazione.

Questo, tutto questo e molto più, è stato ed è il viaggio che ho intrapreso alcuni anni fa grazie alla pratica costante di meditazione e di perdono.

La meditazione fatta di momenti presi per me, stando in silenzio interiore, fatta di sveglie la mattina presto, sviluppando la costanza e la perseveranza, fatta di piccoli passi concreti verso una mia nuova dimensione, fatta di maggiore lucidità e serenità, fatta di tantissime piccole conquiste che hanno messo al tappeto la convinzione che sono fatta così.

Il perdono che ha dato una nuova dimensione alle mie relazioni, ha cancellato odio, rancori, rabbia, risentimento e mi ha donato serenità, pace, amore, nuova luce in quei rapporti dove io mi sentivo la vittima e che per decenni mi avevano logorata dentro, un pizzico alla volta come la goccia che scava la pietra. Quel perdono sta cancellando il senso di colpa, la vergogna, il biasimo e tutti gli stessi sentimenti di prima ma questa volta rivolti verso di me perché legati a quei rapporti che invece investono me del ruolo di carnefice.

Perché siamo uno e l’altro e altro ancora, siamo vittime, carnefici e salvatori.
Siamo luce e ombre.

Ed è bene riconoscerci in ogni nostro lato, in ogni aspetto.
Perché non dobbiamo aver paura di vedere la nostra ombra, non dobbiamo aver paura di vederci per come siamo nella nostra totalità.
È necessario riconoscerci per accogliere quella parte di noi che non ci riconosciamo e non accogliamo.

E dopo averla accolta possiamo concentrarci sulla Luce.

Perché se continui a guardare quello che gli altri ti fanno, o le cose brutte che fai tu, se continui a giudicare i tuoi ed altrui comportamenti e rimugini provando sentimenti di risentimento o di biasimo per loro o per te, continuerai a restare nell’ombra e non ti concederai la Luce, perdendoti l’Amore che puoi donarti.

E così, da alcuni anni, ogni giorno mi scopro una donna nuova e resto stupita dalla bellezza interiore che ho coperto con la rabbia, il risentimento ed il senso di colpa per anni.
Oggi, un piccolo passo alla volta, vedo quella luce che per anni avevo oscurato.
Oggi riesco a vedere luce in ogni piccola cosa.
Oggi sento quell’amore che non mi riconoscevo più.
 


Vuoi provare le mie visualizzazioni creative? Qui trovi una challenge gratuita per fare un viaggio nelle visualizzazioni e meditazioni guidate per praticare e scoprire i loro usi più efficaci.

Io adoro sia la meditazione, sia la meditazione guidata, sia le visualizzazioni, in quanto strumenti meravigliosi di crescita e sviluppo personale. Per questo ho creato degli incontri gratuiti per praticare delle visualizzazioni creative e delle meditazioni guidate.

Se sei interessata iscriviti qui.
Due volte al mese.


Se vuoi liberarti dalle zavorre che appesantiscono la tua serenità e la tua vita, se vuoi lavorare con il perdono, contattami per avere le info del lavoro che sto facendo su di me e sulle mie clienti come facilitatrice.



Ancora non ti sei collegata/o con me sui social? Ecco dove trovarmi:
FacebookInstagramTwitterYouTubeLinkedIn.

Ti è piaciuto questo articolo? Fammelo sapere qui sotto nei commenti. Ti va di aiutarmi a diffonderlo? Puoi invitare i tuoi amici a leggerlo o condividerlo con loro nei social.

Se vuoi ricevere idee e consigli gratis sulla tua vita e sul tuo business, restare in contatto con me, essere aggiornata/o sugli articoli che scrivo e ricevere le mail con le novità, iscriviti alla mailing list.