Come dire no in modo assertivo

Quante volte ti è successo di dire no nonostante i sensi di colpa e l’altro l’ha presa male e ti sei sentita ancora più in colpa? Cerchi di farti valere eppure niente, quel no che ti esce ferisce l’altro e così ti riprometti di essere meno diretta o di dire qualche sì in più.

Oppure dici di no e poi ti convincono a rivedere la tua risposta e tu non sai come né perché e ti ritrovi a fare quello che prima non volevi. “Ma come fanno gli altri a convincermi?” pensi. E intanto un’altra volta non sei riuscita a farti valere.

Del perché dire di no ne abbiamo parlato qui. Ora resta da capire come dire no in modo assertivo e rispettare quel no, prima di tutto con noi stesse.

Questi sono i suggerimenti:

1. Prima di tutto deve esserti chiaro che vuoi dire di no e devi conoscere le conseguenze di questa tua risposta perché, per non farti convincere a cambiare idea, devi credere in quel no.

2. Ringrazia: che sia un invito o una richiesta la persona vuole te e questo è già un bel complimento, ti pare? Quindi “Grazie per l’invito” o “Grazie per aver pensato a me” apre la risposta in modo morbido senza creare muri.

3. Dì chiaramente di no: “Non posso”, “No, non voglio”, “Non me al sento”, ecc.

4. Se lo preferisci puoi aggiungere anche una spiegazione. Attenzione che non diventi una scusa o una giustificazione, si percepisce e si capisce. Per questo la spiegazione deve essere breve e chiara, altrimenti rischi di diventare prolissa ed è facile cadere nella manipolazione.

👩 “Grazie per aver pensato a me, non posso perché domani voglio svegliarmi presto.”
👩‍🦳 “Grazie per l’invito, non voglio, preferisco non mescolare vita privata e vita professionale.”
👩‍🦰 “Grazie, mi piacerebbe passare del tempo con te, non me la sento di venire a camminare in montagna perché ho vissuto una brutta esperienza anni fa.”
👱‍♀️ “Grazie per il suo interessamento, non rientra nelle politiche aziendali effettuare consegne a domicilio.”

5. Se lo reputi necessario aggiungi un’alternativa:

👩 “Possiamo fare giovedì?”
👩‍🦳 “Posso girare il tuo invito ad una mia amica single, che ne dici?”
👩‍🦰 “Quando torni dalla montagna ti invito a fare una passeggiata al mare.”
👱‍♀️ “Posso proporle di contattare questo corriere con il quale collaboro.”

Prima di sviluppare la tua assertività e sentirti libera di comunicare la tua decisione in modo aperto e diretto potrebbe essere utile avere qualche frase standard da dire per non farti prendere alla sprovvista e per quando senti che stai tentennando. Le frasi che ti consiglio sono quelle di prendere tempo, questo rispetta i tuoi tempi nel prendere le decisioni (soprattutto se sei una persona riflessiva e non istintiva):

📌 “Non so se me la sento, voglio pensarci un po’ su. Ti faccio sapere.”
📌 “Mi piacerebbe, controllo l’agenda e ti faccio sapere.”
📌 “È una buona idea che non credo sia adatta a me, mi prendo del tempo per capire cosa è più giusto e ti avviso.”

Inoltre puoi anche pensare a delle risposte definitive standard per non dire sì quando la domanda ti viene fatta a bruciapelo come la classica “Mi dispiace, non posso, ho degli altri impegni”. Sia chiaro che la soluzione migliore e più assertiva è quella di dichiarare il proprio volere/sentire senza sentirsi in colpa quindi questa va bene quando è la verità e non vuoi dare più informazioni (è un tuo diritto). Se invece la usi come frase standard mentre sviluppi la tua assertività vedrai che pian pianino le parole più giuste usciranno al momento giusto.

(piccola nota: hai notato che non ci sono “Grazie ma…” e “Grazie, però…”? Qui ti spiego perché)

6. Controlla la tua comunicazione non verbale e para-verbale: utilizza un tono di voce e una mimica facciale accogliente e comprensiva, altrimenti il tuo no può diventare aggressivo ed ostile. Sii sicura di te stessa altrimenti sembrerai indecisa e incerta.

7. Resta serena e tranquilla, ricorda che stai facendo valere un tuo diritto sacrosanto. Anche perché se l’altro percepisce che non sei a tuo agio cercherà di convincerti e, se non sei ancora forte abbastanza finirai per cedere.

I punti 2-4-5 possono essere saltati se non vuoi continuare la conversazione o non vuoi futuri rapporti con quella persona o vuoi essere perentoria nel tuo no (vedi per esempio persone che insistono per venderti qualcosa).

Se vuoi approfondire l’assertività scarica la guida gratuita

Ora non ti resta che esercitarti a dire no. Puoi cominciare con piccole cose e soprattutto con le persone con le quali senti meno resistenze “aumentando la difficoltà” un passo alla volta.

Ti è piaciuto questo articolo? Diffondilo con le tue amiche e aiutami a far circolare l’assertività.



Ancora non ti sei collegata/o con me sui social? Ecco dove trovarmi:
FacebookInstagramTwitterYouTubeLinkedIn.

Ti è piaciuto questo articolo? Fammelo sapere qui sotto nei commenti. Ti va di aiutarmi a diffonderlo? Puoi invitare i tuoi amici a leggerlo o condividerlo con loro nei social.

Se vuoi ricevere idee e consigli gratis sulla tua vita e sul tuo business, restare in contatto con me, essere aggiornata/o sugli articoli che scrivo e ricevere le mail con le novità, iscriviti alla mailing list.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *